Non siamo qui per risolvere problemi…

Pubblicato il Pubblicato in Altro

Quando crei una Startup, capita sempre di dover rispondere alla seguente domanda: quale problema stai risolvendo?

È la domanda giusta? Un’azienda innovativa risolve problemi? Se ho un tubo ostruito l’idraulico risolverà il problema, se hai una gomma a terra il gommista risolverà il problema o se ho un problema di matematica la calcolatrice sicuramente ti aiuterà.

Un innovatore, secondo me, non cerca di risolvere alcun problema, intendo forse porta avanti l’umanità e alla fine risolve molti problemi ma all’inizio, l’innovatore quello vero, non pensa al ‘problem solving’ ma immagina un mondo nuovo, si posiziona in una condizione nuova e per molti inconcepibile cercando di capire ciò che “vede” o sente.

Albert Einstein in una delle sue più grandi scoperte si è posto su un raggio di luce cercando di immaginare il mondo da quella prospettiva, quello che ha visto era inconcepibile;
da quel nuovo mondo, Einstein comprese che il tempo non era costante ma variabile e la massa era uguale all’energia.
Mettendo in discussione la meccanica classica Einstein ha anche generato molti problemi (incredibile! Ha generato problemi invece di risolverli) nella comunità scientifica di quel tempo, lontani dalle moderne aspettative su Startup e Innovazione. Solo dopo anni, i fisici hanno dimostrato ciò che Einstein ha visto decine di anni fa da quel miracoloso raggio di luce.

Forse i veri innovatori generano problemi invece di risolverli, forse non risolvono problemi ma semplicemente immaginano nuovi mondi su un raggio di luce. Spero, per tutti noi, di trovare un percorso di curiosità in grado di portarci, ogni giorno, in un mondo nuovo.